Le conseguenze della brexit sul prezzo del petrolio

Il recente referendum svoltosi nel Regno Unito, che ha sancito l’uscita del paese dall’Unione europea, non è stato privo di conseguenze per i mercati finanziari. Ma la Brexit non ha colpito solo i mercati azionari e monetari. Infatti, anche i prezzi del petrolio hanno registrato un netto calo a seguito di questa decisione. Quali sono le reali conseguenze della Brexit sul corso del greggio? Ecco alcune spiegazioni.

Le conseguenze immediate della Brexit: il crollo del petrolio

Subito dopo l’annuncio dei risultati del referendum, la maggior parte dei valori europei e mondiali hanno osservato un calo su tutti i mercati finanziari globali. Anche le materie prime (dette commodities) sono state influenzate da questo evento, com’è avvenuto per il petrolio greggio che ha perso molti punti sin dall’apertura della prima sessione di negoziazione.

Ma perché la Brexit fa scendere il prezzo del petrolio? L’uscita del Regno Unito dall’Unione europea ha indebolito economicamente la Zona Euro. Mentre i paesi dell’UE cercano ormai da anni di uscire dalla crisi economica, questa debolezza potrebbe avere ripercussioni negative sull’industria e sul potere d’acquisto degli europei. In genere, questo tipo di situazioni comporta una notevole riduzione della domanda di oro nero.

Non bisogna inoltre dimenticare che la Brexit ha avuto un impatto negativo su molte valute, svalutandole fortemente rispetto al dollaro USA, che funge sempre da bene rifugio. E poiché il valore del dollaro è inversamente correlato con quello del petrolio greggio, il rafforzamento del dollaro rende l’acquisto del petrolio meno attraente per gli investitori stranieri.

platformholly Le conseguenze previste a lungo termine

Mentre le conseguenze immediate della Brexit sul petrolio sono conosciute, prevedere le conseguenze nel lungo termine è più delicato. Infatti, gli investitori sono ora divisi tra la tentazione di comprare greggio a buon mercato e un sentimento di sfiducia nei confronti dell’evoluzione della crisi economica europea, soprattutto dopo le forti perdite registrate dall’oro nero negli ultimi due anni.

Gli esperti tuttavia sono concordi nel ritenere che il petrolio registrerà una tendenza rialzista nei prossimi mesi. Pertanto, l’acquisto di petrolio in questo momento potrebbe rivelarsi un’ottima idea per realizzare interessanti profitti a lungo termine.

Come speculare sul petrolio dopo la Brexit?

Per fare profitti grazie al trading petrolifero dopo la Brexit, molti siti specializzati – tra cui bariledipetrolio.it – consigliano di prendere posizione sul petrolio greggio online utilizzando i CFD (dall’inglese Contracts For Difference , ossia Contratti per Differenza) proposti da molti broker di Forex.