Strumenti meteo utili a misurare i fenomeni atmosferici

La scienza meteorologica

La meteorologia studia i fenomeni climatici che avvengono all’interno dell’atmosfera terrestre attraverso un nutrito elenco di strumenti meteo che misurano direttamente o indirettamente le varie interazioni e l’entità delle stesse. I parametri atmosferici fondamentali indagati dalla meteorologia annoverano la temperatura dell’aria, la percentuale di umidità presente nell’aria, la pressione atmosferica, la forza del vento ed i livelli di radiazione solare.

La meteorologia è una scienza teorica, che si basa sulla precisione e l’affidabilità delle sue previsioni, elaborate in base alla lettura delle mappe provenienti dai centri di calcolo mondiali.

Tuttavia, la meteorologia è anche una scienza empirica, poiché in grado di prevedere l’entità di un fenomeno in un luogo circoscritto sulla base dei dati climatici storici attinenti al territorio in questione e alle caratteristiche orografiche della zona. I due approcci confluiscono in un unico risultato finale che consiste in continue previsioni o prognosi a breve e a lunga scadenza, tese alla diffusione dei probabili fenomeni atmosferici attesi.

Nell’ambito della meteorologia vengono analizzati fenomeni a breve termine e trend nel lungo periodo. Se i primi possono essere previsti con molta più certezza, i trend a lungo termine risentono delle ovvie difficoltà del caso. Tuttavia, la scienza sta progredendo nel fornire indicazioni attendibili anche sui processi dinamici che hanno il potere di modificare le condizioni atmosferiche a lunga scadenza.

I principali strumenti meteo ed il loro campo d’azione

Per la misurazione della temperatura viene utilizzato il classico termometro che fa coppia con il termografo, un registratore utilizzato per avere un profilo più dettagliato delle variazioni della temperatura nel corso del tempo. Per rilevare l’entità delle precipitazioni vengono impiegati in coppia pluviometro e pluviografo.

Il primo misura la quantità di pioggia, il secondo l’andamento delle precipitazioni nel tempo. La pressione atmosferica viene misurata dal barometro, mentre la velocità e la direzione del vento vengono rilevati dall’anemometro e dall’anemoscopio. Per determinare la quantità di umidità presente in atmosfera è necessario disporre di un igrometro.strumenti-meteo

Fra gli strumenti meteo figura anche il nefoscopio, utile per la determinazione dello spostamento, della velocità e dell’altezza delle nubi.

Gli strumenti meteo costruiti di recente

Fra gli strumenti meteo più moderni figurano tutti quelli pensati per osservare i fenomeni terrestri a grande distanza e quindi nella loro interezza. I radiometri misurano l’energia elettromagnetica che il pianeta irradia verso gli spazi esterni, fornendo un’immagine della copertura nuvolosa.

Questi strumenti vengono localizzati sui satelliti meteorologici che gravitano intorno all’orbita terrestre. I palloni sonda sono stati pensati per attraversare l’atmosfera verticalmente e per ottenere profili verticali dei dati relativi a temperatura, pressione, vento, umidità.

Al momento, i palloni sonda rappresentano la maggiore fonte d’informazioni per i modelli meteo elaborati dai centri di calcolo. Infine, i radar meteorologici ricavano dati sul pianeta irradiando un segnale verso di esso.

Quando tale energia viene riflessa, i radar possono stimare gli eventi precipitativi, prevederne l’evoluzione e sondare la struttura delle nubi.

Fonte: Meteo Sky