Bonus scommesse: come funzionano

Le scommesse sportive sono una delle attività più praticate in Italia, anche per via della grande passione calcistica che caratterizza l’intera popolazione, da Nord a Sud. Sono molte le società di scommesse che operano nel territorio italiano, alcune ormai da moltissimo tempo: la maggior parte di queste cerca sempre di proporre qualche nuova iniziativa per invogliare gli utenti a puntare sugli eventi sportivi. Una buona possibilità è quella data dal cosiddetto bonus scommesse, spesso chiamato anche “bonus di benvenuto”. Ma di cosa si tratta, esattamente? 

Bonus scommesse, basta registrarsi sul sito

Il bonus scommesse è sostanzialmente una somma in denaro che viene elargita all’utente che decide di iscriversi su un sito di un bookmaker online, ovviamente uno di quelli che possiede il necessario marchio AAMS – rilasciato dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopol – che certifica la serietà e la professionalità della piattaforma.

Tramite l’utilizzo di un codice bonus, l’utente potrà quindi disporre di una cifra con cui avviare la propria esperienza di gioco: una modalità che serve anche a stabilire fin da subito un rapporto di fiducia con il cliente, stimolandolo e coinvolgendolo. 

Naturalmente, i bonus scommesse non sono tutti uguali. Ogni società di scommesse decide di proporne uno diverso da quelli della concorrenza, e non è detto che siano tutti molto convenienti.

A seconda delle proprie esigenze, si sceglie il bonus che può fare maggiormente al caso proprio, tenendo presente che ci sono alcune caratteristiche comuni a tutti i bonus di benvenuto. Il primo tratto che accomuna i vari bonus è ovviamente la registrazione al sito, che è obbligatoria per ottenere questo “incentivo”, così come l’utilizzo del codice bonus. 

Inoltre, ed è un particolare da tenere sempre bene a mente, entro un certo lasso di tempo l’utente dovrà inviare il proprio documento di identità: in alcuni casi entro 60 giorni, in altri entro un mese. Infine, è bene ricordare che tutti i bonus scommesse vengono erogati una volta sola e hanno una scadenza. 

Tutte le tipologie di bonus scommesse

Le tipologie di bonus scommesse sono davvero molte e ogni piattaforma sceglie di proporre quella più congeniale. Solitamente, quello più conveniente (e anche più difficile da trovare) è il bonus senza deposito, che oscilla tra i 5 e i 10 euro e non richiede appunto nessun deposito.

Al contrario, il più diffuso tra le varie piattaforme che si trovano sul web è proprio il bonus con deposito, che prevede un deposito minimo (in genere 10 euro, ma ogni operatore sceglie una cifra diversa) in seguito alla registrazione: questo deposito garantisce un bonus di rimborso. 

Altre opzioni sono il bonus rimborso sulle perdite, tramite il quale alcune società di scommesse garantiscono una percentuale di rimborso sulle scommesse perdute ai nuovi iscritti, e il bonus sulla prima scommessa, ovvero una cifra in denaro che viene elargita solo dopo che l’utente avrà “piazzato” la sua prima scommessa, a prescindere se risulti vincente o perdente.

Infine, una particolare menzione merita anche il bonus progressivo: la società di scommesse propone al nuovo cliente un bonus “a tranche”, ovvero l’erogazione di parti di bonus ogni volta che vengono rispettati alcuni requisiti.