Orte: cosa vedere di bello

Orte è una piccola cittadina laziale posta a ridosso del territorio umbro, a pochi chilometri da Viterbo.

Sorta in una posizione strategica perché sviluppatasi a monte della Valle del Tevere, ci regala uno scorcio piuttosto romantico con il suo contro storico dalla superficie ellittica abbarbicato sul versante di una collina di pietra di tufo.

Forse è proprio per questa sua caratteristica che gli abitanti del luogo erano dediti alla pastorizia.

Poi con l’avvento della strada, e dell’autostrada in tempi recenti, Orte è diventata famosa più per essere un importante snodo stradale e ferroviario che per la sua storia.

Sebbene sia una piccola cittadina, le cose da vedere sono davvero tante.

 

Cominciamo con la sua parte Underground

 

Non tutti sanno infatti, che Orte ha una parte sotterranea davvero suggestiva e che può essere visitata partecipando a tour guidati.

Si può ammirare l’acquedotto rinascimentale che faceva affluire l’acqua delle sorgenti collinari che andava ad alimentarla Fontana Ipogea di Piazza della Libertà.

 

Ritorniamo in superficie per ammirare il centro storico

 

Risalendo in superficie, particolarmente interessante è il centro storico

Degna di nota è la cosiddetta Casa di Giuda, antica dimora di un lestofante famoso per aver truffato la comunità ortense.

Per questo delitto fu punito con la confisca di tutti i suoi beni.

Non tutti sanno che il centro storico di Orte è divisa in contrade spesso in competizione fra loro.

I loro nomi sono:

San Biagio

San Giovenale

San Gregorio

San Sebastiano

Olivola

Porcini

Sant’Angelo

Di particolare bellezza sono gli edifici storici che adornano il borgo di Orte.

Fra essi ci sono:

Il Palazzo Comunale

Il Palazzo dell’orologio, antica residenza del Podestà

Il Palazzo Alberti della Rocca

Il Palazzo Nuzzi

Il Palazzo Roberteschi

 

Il centro storico di Orte non è solo palazzi antichi

 

Come ogni città italiana che si rispetti, l’architettura della città vecchia ingloba bellissime chiese.

Fra esse spiccano:

  • La Basilica di Santa Maria Assunta dove è possibile ammirare il coro ligneo, l’altare monumentale e la pala d’altare del Bottani raffigurante la Madonna degli otto Santi Martiri.
  • La Chiesa di Santa Maria di Loreto accoglie una statua della Madonna di Pompei il cui culto è particolarmente sentito nella città di Orte.

Ultimo luogo di culto che vale la pena visitare, è l’ex convento di San Francesco dedicato a Sant’Agostino.

Questo è un complesso monumentale che col tempo ha accorpato tre diversi edifici e cioè:

  • La Chiesa di Santa Croce.
  • L’oratorio di Sant’Egidio.
  • La Chiesa di Sant’Agostino.

Una volta citate per sommi capi tutte le bellezze paesaggistiche ed architettoniche, vale la pena segnalare le due maggiori manifestazioni culturali che si svolgono a Orte nel corso dell’anno.

La prima, che si svolge in concomitanza del venerdì santo, è quella della Processione del Cristo Morto, praticamente la via crucis più antica d’Italia perché risalente al 200 DC.

La seconda manifestazione degna di nota è, senza dubbio, la cosiddetta Ottava di Sant’Egidio.

Una festa patronale che si tiene due volte l’anno.

Il 31 agosto e la seconda domenica di settembre.

L’Ottava di Sant’Egidio è la rievocazione storica del Palio degli arcieri.

Molto spettacolari sono le celebrazioni e le esibizioni degli sbandieratori.