Cubicatura: che cos’è?

Cubicatura: definizione e caratteristiche principali

La cubicatura che si può chiamare in altri due modi come la dippatura o anche water tranfer printing, non è altro che, una particolare tecnica di decorazione tridimensionale che si può applicare a diversi oggetti di materiale differente, come plastiche, legno, metalli, ceramiche, in maniera uniforme e senza delle giunture.
Questo processo di decorazione tridimensionale ha la sua origine in Giappone. Bisogna dire che prima di applicare la cubicatura sull’oggetto selezionato è necessario realizzare altre tecniche come quella della preparazione della superficie, applicazione dell’aggrappante, e verniciatura.
Poi si può procedere con la dippatura, in pratica viene appoggiato delicatamente sull’acqua un film idiografico che idrosolubile a base di alcol polivinilico, costituito dal disegno che si è voluto scegliere.
Questa tipologia di film, galleggiando sull’acqua, permette l’immersione successiva dell’oggetto da decorare, la semplice quindi pressione idrostatica dell’acqua consente il trasferimento del motivo decorativo proprio all’oggetto, ricordiamo che questo trasferimento viene mediante uno speciale solvente, che ha dunque quella funzione di sciogliere tutta la trama del film in questa vasca termoregolata.
Alla fine di tutto questo processo, l’oggetto viene tolto dall’acqua, asciugato in maniera adeguata e successivamente completato con un’applicazione di uno strato lucido trasparente o anche opaco, che ha la funzione di proteggere l’oggetto realizzato e non solo, infatti si può rendere l’oggetto anche più lucido.
Con questa tecnica di cubicatura si possono realizzare molteplici lavori, rivoluzionando il settore artistico della decorazione e che si può abbinare in maniera funzionale anche con l’aereografia per realizzare dei design favolosi.

Cubicatura: le personalizzazioni

Con la tecnica della water tranfer printing, si possono fare moltissime personalizzazioni, su diversi oggetti che sono costituiti anche da diversi materiali, come carene, moto, caschi, ma si può anche lavorare nel realizzare personalizzazioni, sui cruscotti delle macchine o su altri veicoli, sui pomelli, sul cambio, sulle mascherine, sui condotti d’aria, nelle finiture in plastica, particolarmente indicate anche per il car turing, nella campo del motociclismo, sui cerchi in metallo ma anche su interruttori della luce, campanelli, sulle mensole, per l’arredamento ed in molti altri oggetti.
Un consiglio molto importante è questo, nel realizzare tutto il processo di cubicatura e personalizzazione è necessario avere molta conoscenza tecnica, materiali indicati e competenza nel settore, quindi si sconsiglia vivamente di improvvisare da soli se non se ne è capaci.